Chevalier, l’anello icona dalle origini antichissime

SIMBOLO DI UNICITÀ E DI PERSONALITÀ

Lo chevalier ha origini molto più antiche di quello che si potrebbe pensare, risalgono infatti al 3000 a.C. è uno dei gioielli dal più elevato valore simbolico nella storia della gioielleria, prezioso di carattere è diventato icona di stile e accessorio must-have grazie anche alla forma particolare, la parte superiore è piatta e su di essa veniva inciso lo stemma o sigillo di famiglia.
Questo anello porta con sé un storia affascinante, conosciuto anche come Signet (sigillo) o Pink Ring (anello rosa) era utilizzato nel passato come emblema dell’appartenenza ad una famiglia aristocratica (veniva passato dal padre al figlio primogenito insieme al titolo nobiliare), quindi simbolo distintivo di persone sagge, colte e di potere.

Nell’antichità lo chevalier veniva indossato al dito anulare della mano sinistra dell’uomo anche come strumento di vidimazione, un anello-sigillo considerato una vera propria carta d’identità, aveva un ruolo importante anche a livello legale essendo utilizzato per validare documenti imprimendo il proprio sigillo sulla ceralacca, dimostrando la nobiltà del possessore.
L’importanza della tradizione, la spiccata personalità di questa icona affascinante e prestigiosa è tuttora viva e ben presente, l’indosso a regola è per la donna sul mignolo e per l’uomo ancora sull’anulare della mano sinistra a ricordare i fasti del passato.
L’Anello chevalier è un vero e proprio status symbol che non ha mai spento l’interesse di indossarlo, un accessorio intramontabile, simbolo di unicità e di forte personalità.